venerdì 6 febbraio 2009

Non credo che Buddha sarebbe d'accordo

Oggi ho trovato nel mio piccolo archivio una notizia di circa un mesetto fa, scusate il ritardo, me ne stavo quasi dimenticando, come ho potuto?! Eppure mi aveva colpito...Rimedio subito.

Sir Paul McCartney ha rivelato al magazine Prospect di aver scritto tempo fa al Dalai Lama per criticarlo sul suo modo di mangiare. La lettera è arrivata in seguito alle dichiarazioni del Dalai Lama in una intervista: “Come buddisti noi crediamo sia giusto non causare alcuna sofferenza a tutti gli esseri senzienti"
Dopodichè Sir Paul ha detto: “Ho scoperto che il Dalai Lama non è vegetariano e così gli ho scritto: ‘Mi perdoni se glielo faccio notare, ma se lei mangia animali allora provoca sofferenza...’ e lui mi ha risposto che i dottori gliela hanno consigliata perché ne aveva bisogno per la sua salute. Allora io gli ho detto che i suoi dottori si sbagliano".
Grande Paul! Certo, è piuttosto scioccante sentire che il Dalai Lama è un carnivoro e oltretutto perché gliel'ha detto il dottore. Voglio dire, Buddha è stato una vera superstar veg, ahem....
In effetti sembra che i medici patiscano in generale di una carenza di conoscenza di medicina preventiva. Sono piuttosto ben informati su quali medicine prendere in caso di ipercolesterolemia o ipertensione o diabete, ma su come non farsi venire questi malanni... beh, proprio non ne hanno la più pallida idea e non vengono sfiorati da alcun dubbio, indispensabile compagno di ogni uomo di scienza.
Nessuno "ha bisogno" di mangiare carne. Piuttosto esistono interessi economici, lobbies di allevatori, case farmaceutiche, etc. ma please... date uno sguardo a quelle che sono le posizioni ufficiali della American Dietetic Association e della Dietitians of Canada, due tra le più importanti associazioni di medici e nutrizionisti NON vegetariani, dunque non imputabili di faziosità. E io mi dovrei fidare del medichetto di famiglia o della collega della stanza accanto che mi dicono che "devo" mangiare la carne? Suvvia, non scherziamo, dài...
La maggior parte dei vegetariani e dei vegani hanno vissuto e vivono l'esperienza di medici che insistono sul fatto che si debbano mangiare prodotti di origine animale anche se le nostre condizioni di salute sono pressocchè ottimali. A me è capitato spesso e ogni volta che ho ritirato le analisi del sangue (perfette, facendo le corna, fino ad oggi) i dottori non sapevano più cosa dire se non: eh, adesso è così ma vedrà che alla lunga... Sì, vabbè, sono decenni ormai e piuttosto molti miei amici sono pieni di guai: chi ipertensione, chi diabete (sì, quello che una volta veniva solo agli anziani), chi osteoporosi (sì, quella che una volta veniva a 80 anni), etc.etc.
E' vero, sono reduce da un'otite, lo confesso. Non mi consiglierebbero certo un brasato al barolo anche per l'otite, o no?!?
Secondo me, il Dalai Lama dovrebbe assumersi la responsabilità di prendere almeno in considerazione una dieta vegetariana e sentire un medico più competente, sia per la sua salute sia se vuole davvero vivere uno stile di vita compassionevole.
Non credo davvero il Buddha condividerebbe, se sapesse.



5 commenti:

Glauce Lucas ha detto...

Potentissimo Paul!

Fulviologo ha detto...

Oh, non mi aspettavo che il Macca avrebbe sputtanato il lama (che ha bisogno delle "sostanze"); in quanto beatlesianovegano, mi sento orgoglioso, una volta tanto.Però c'era da aspettarselo: è come chiedere al Papa di vivere in povertà secondo i dettami di Cristo il pescetariano. Je frega 'na sega a loro...

"come il Buddha insegna, rinuncia a tutto, fuorché alla trippa al sugo"

ariel ha detto...

e dire che il Dalai se la sta rovinando così la salute, peccato...Mi domando davvero come faccia a conciliare il principio della compassione con l'ingestione di animali torturati e scannati, bisogna avere un bel pelo sullo stomaco, in tutti i sensi...

Iniziato ha detto...

Non ci sono più i dalai lama di una volta...

Anonimo ha detto...

Cristo era vegetarinao, ok?