mercoledì 11 febbraio 2009

A me i ferri (Good-bye, cruel wool!)

I ferri da calza, intendo dire, naturalmente...

Knit for Brains è un negozio on line per gli appassionati e le appassionate di lavoro ai ferri che vogliono evitare accuratamente la lana e preferiscono invece altre fibre naturali completamente cruelty-free.

Da Knit for Brains è possibile trovare filati fatti con materiali organici come cotone, bamboo, soia, e altri. Tutte fibre rinnovabili splendide da lavorare e perfette per chi ha problemi di allergia o è semplicemente non vuole indossare materiali che sono stati prodotti con sofferenza per gli animali. E ovviamente per chi vuole provare qualcosa di diverso dai soliti filati.

Naturalmente, questi prodotti non sono cruelty-free solo per quanto riguarda gli animali. La preferenza è sempre data a materiali prodotti da gruppi di artigiani, come quello che ha sede a Lima in Perù dove c'è un'attenzione particolare all'equità dei salari e alle condizioni di lavoro delle donne impiegate nella lavorazione. Quindi niente colori tossici, niente orario di lavoro senza regole & co.

Tornando ai filati, oltre a canapa, cotone e bamboo che cominciano a vedersi anche in Italia, forse non sapete (io l'ho scoperto ora!) che esiste la Banana Silk, una fibra tratta dalla lavorazione di bucce e foglie di banano, che proviene prevalentemente da Nepal e India.

Oppure la Soy Silk, ricavata dalle proteine della soia, anche questa una risorsa rinnovabile. Il filato è morbido come seta ma caldo come il cashmere. Fu addirittura Henry Ford ad avere per primo l'idea della seta di soia negli anni 40, ma poi ebbero la meglio in quegli anni altre fibre come il Rayon e il Naylon e non se ne parlò più per decenni. Ora invece la Soy Silk viene prodotta in colori fantastici e i risultati sono straordinari: immaginate....le virtù della seta e del cashmere, ma senza danneggiare gli animali e l'ambiente!

Aspettiamo sempre di vedere disponibili questi materiali anche nel nostro Paese. Se qualche negoziante mi legge: pensateci, sono belli, sono nuovi, sono eco... Fateci venire di nuovo voglia di sferruzzare, e non sempre le solite cose!

P.S. Per chi non sa ancora come vengono prodotte lana e seta, ne abbiamo già parlato in un altro post.




7 commenti:

Denise ha detto...

Ciao, ho scoperto il tuo blog per caso cercando informazioni su filati vegan ecologici :-)
Complimenti per la quantita`di materiale che hai raccolto e la simpatia con cui lo proponi.
Ti volevo chiedere se hai fatto personalmente degli acquisti su "Knits for Brains" e quindi mi puoi garantire la qualita` di questi innovativi filati (e` difficile fidarsi di una scelta senza poter "tastare" per bene:-) )
Inoltre, hai idea delle spese di spedizione in Italia? Nel sito parlano solo di spedizione in Usa...
Grazie delle info
e piacere di 'incontrare' un'altra vegan;-)

Denise (denise.vicino@gmail.com)

Ariel ha detto...

ciao Denise, benvenuta!
mi hanno scritto in molti per avere notizie su filati di questo tipo, mi pare che knit for brains non spedisca al momento in Italia, ora verifico nuovamente, non si sa mai sia cambiato qualcosa, ma sto cercando qualcosa del genere qui da noi, ad esempio:
http://www.orionfilati.it/homefilati/?page_id=58

più tardi scrivo a questa ditta per saperne di più e vi faccio sapere! sono sicura che qualcosa scoviamo anche qui, non demordiamo

grazie anche per i tuoi complimenti, sempre graditissimi e...motivanti!

denise ha detto...

Ciao! Anch'io ho provato a scrivere a 'knit for brains' per sapere se effettuano spedizioni in italia...ma al momento non mi hanno ancora risposto.
Grazie per l'altra segnalazione...
mi sono messa a cercare anch'io e ho trovato questo:
www.canvasfibrenaturali.com

continuerò a condividere informazioni a riguardo perchè la cosa mi interessa parecchio (sia per filati che per tessuti). ciao

Anonimo ha detto...

Ciao, vi segnalo un negozio on-line che vende anche "green yarns" (filati tipo banana, ortica, canapa) oltre ai filati più tradizionali. Si chiama Wool Peddler
e si trova qui: http://www.recycledsilk.com/
E` un sito americano ma pare spedisca in tutto il mondo. Non l'ho ancora provato ma sembra interessante :-)

Buon divertimento,
Cristina

Ariel ha detto...

grazie Cristina! vado subito a fare un giro sul sito che ci hai segnalato...

Ilaria(KundalArt) ha detto...

Che bello finalmente scovare qualche informazione utile per i Vegan che lavorano a maglia :)
Io per ora lavoro con tessuti acrilici o cotone(faccio creazioni a uncinetto o ferri)ma sono molto interessata a questi filati che ho scoperto tramite il tuo blog!
GRAZIE mille

Ilaria(KundalArt)
http://kundalart.blogspot.com

Ariel ha detto...

ciao Ilaria!
fammi sapere se scopri qualcosa di interessante sui filati cruelty-free... nel frattempo, da quando è uscito questo articolo, è nato anche www.stiletico.com dove parliamo anche di questo genere di informazioni e ci piacerebbe approfondire l'argomento!

buona giornata!
a