martedì 12 maggio 2009

Strani incontri giù al bar

Qualche giorno fa ho visto una signora con un sondino applicato al naso qui nella mensa del posto dove lavoro. Mi ha fatto uno strano effetto, quei sondini mi ricordano tanti mesi passati in ospedale ad accudire mia madre in coma e tante altre persone intorno, anche'esse in gravissime condizioni di salute e costrette ad assumere la loro alimentazione per via sondino naso-gastrico. Insomma, quell'aggeggio suscita in me immagini molto molto tristi.

Ma cosa ci fa una donna che pare in ottima salute, per quanto si possa vedere, con un sondino, in ufficio, che chiacchera con le colleghe, serena?! Dopo mi hanno spiegato.
Si tratta di un metodo sperimentale, applicato anche qui al Policlinico di Roma, che consiste nell'inserimento di un sondino naso-gastrico collegato ad una pompa che manda in circolo un'alimentazione liquida a base di proteine. In pratica, pare che in questo modo, dopo un paio di giorni, vengano creati dei corpi chetonici che tolgono la fame. Qualcosa del genere, non ho avuto voglia di approfondire oltre. Dunque, è un sistema per perdere peso. Sono rimasta di stucco. Piuttosto che seguire una dieta equilibrata, di mangiar bene senza sfondarsi di merendine e insaccati, di fare esercizio fisico, c'è gente che si sottopone a questa pratica.
C'è un Terzo Mondo che muore di fame, c'è gente che si fa applicare un sondino al naso per non mangiare come ossessi. Sono senza parole, vorrei urlare ma non esce suono.

Praticamente, queste persone in sovrappeso si sottopongono ad un digiuno per 10 giorni, buttano giù solo acqua, tè e caffè senza zucchero o dolcificante e nient'altro. E il trattamento può essere ripetuto di tanto in tanto.
Leggo in rete che una tipa racconta: "Io in 10 gg ho perso 5 kg di cui 4,2 di grasso e 0,8 di acqua. Eccellente per una che come me non cala neanche con le cannonate". Forse con le cannonate no, ma con un po' di buon senso sì. Forse la foto di un bambino etiope malnutrito applicata sul frigorifero avrebbe potuto, là dove la gola non resiste? Chissà.

E non mi venite a raccontare che si tratta di disfunzioni se non - come va di moda ora - di "intolleranze alimentari". Se ingrassi è perché assumi più calorie di quanto avresti bisogno, poche storie. Se il metabolismo va in tilt, non è tanto causa quanto conseguenza di un'alimentazione infernale. Ma in fondo fa comodo a tutti: più obesi, più medicine, più metodi per dimagrire, più business. Sostenere un ideale di vita più sobria, più rispettosa, meno consumista: a chi interessa? a chi farebbe comodo?

Meno male che ora c'è anche il sondino.

49 commenti:

riccardo ha detto...

Non posso esimermi dall'intervenire. L'argomento del post è veramente insopportabile, fastidioso e stento ancora a crederci. Comunque, il procedimento per cui si perde peso in questo modo non fa una piega. Si otterrebbero comunque gli stessi risultati digiunando (cfr Luigi Luciani "Fisiologia del digiuno", 1889 e Francis Gano Benedict "Studio sul digiuno prolungato" 1925). Quello che mi sconcerta è l'assoluta mancanza di rispetto da parte di queste persone. Nei confronti di chi? di tutto. Dovrebbero solo chiedersi come sono arrivato/a ad un'aberrazione così disgustosa?
Queste persone sono agghiaccianti perlomeno quanto le modelle che si lasciano morire di fame in nome dell'apparenza. Sono quel tipo di persone che vede bistecche che pascolano e non mucche.

mammafelice ha detto...

Brr, sai che mi sono venuti i brividi?
E' assurdo!!! Io tanto per dirne una terra terra e anche stupida, avrei troppa impressione a tenermi un sondino senza necessità assolutamente medica! E mi vegognerei da morire di certo a farmi vedere!
Poi che il motivo di tutto ciò sia: dimagrire, che dire, il mondo è in delirio, i valori sono perduti nel cesso. Come dici tu, così però i soldi girano. Sono ufficialmente depressa.

mammafelice ha detto...

Ah! però grazie, non sapevo di questa follia!

Raffaella ha detto...

Premesso l'ovvio...che ognuno faccia ciò che vuole con il proprio corpo...la follia si commenta da sola!

Quello che invece mi dispiace davvero tanto è l'esperienza che avete vissuto in famiglia.

Baci!

Ariel ha detto...

ciao mami, anche io l'ho scoperto così, e chi poteva immaginare?!?

Claudio ha detto...

Confesso di essere piuttosto intollerante nei confronti delle persone grasse. Ogni volta che ne incrocio una, mi verrebbe da urlarle addosso: "Ma che cazzo te magni? Ma nun te rendi conto che fai schifo?".
"E' costituzione", si dice in genere. 'N par de palle. Chissà perché non ho mai visto un ruandese obeso per costituzione.
Lo dovrei fare io, il dietologo: "Sei grassa? Chiudi 'sta cazzo de bocca e vedi di sudare"; oppure: "Ha mai provato con meno salsiccie?".
Questa qui poi pur di non mangiare di meno e meglio e di non muovere quel grasso sudicio culo occidentale, si fa pure intubare come un agonizzante.
Speriamo che ce se strozza.

(Mi permetto di farti da cattiva coscienza).

Ariel ha detto...

claudio, come al solito, tu metti in crisi i miei sempre più pericolanti tentativi di essere diplomatica e graziosa nei modi

purtroppo - graziosamente - ho i tuoi stessi pensieri, pressochè quotidianamente

oggi ad esempio, ero alla fiera di roma (per lavoro, non per spasso) e immaginando l'andazzo mi sono portata un pezzo di pizza rossa, du' mandorle, du' succhetti di mela, sognando l'ajo & ojo di stasera... ma al baraccio del padiglione chi ti vedo? una mega-ciccia che mangiava un mega-panino con le salsicce. Temperatura esterna intorno ai 30 gradi centigradi, salivazione azzerata, voglia caso mai di cocomeri. Lei no, 30 kg di più e voglia di salsicce.

Anonimo ha detto...

Questa mi mancava devo ammetterlo.
Già mi immagino questa signora tutta tronfia e fiera della sua ultima scoperta nel campo delle diete per perdere peso, raccontare le meraviglie di questo nuovo metodo. Sicuro che poi una volta tolto il sondino tornerà ad essere più grassa di prima. Che tristezza.
Aprezzo molto le tue parole pacate Ariel ma in questo caso mi sento di sottoscrivere il post di Claudio, anche io sono un po' intollerante nei confronti degli onnivori ciccioni.

mauro

Ariel ha detto...

Caro Mauro, pensa che parecchi visitatori sono entrati in questo post digitando su un motore di ricerca "sondino per dimagrire" o simili...

Quindi persone davvero interessate all'argomento, in cerca di ulteriori informazioni per magari usufruire del metodo

spero non ce ne vorranno a male ma davvero parliamo così anche per il loro bene, non è questo il modo per perdere peso
andate piuttosto su vegpyramid.it e inserite età, peso,sesso, attività fisica e seguite la dieta che ne deriverà, con le relative avvertenze
fidatevi, mangiare bene sempre per essere in forma
niente diete da fame, niente esclusione di carboidrati (anzi),tante proteine vegetali

provare per credere

francesca ha detto...

emplicemnte più allibita dalla mancanza di tatto e sensibilità di fronte ad una delle situazione che viene considerata unapiaga del mondo arricchito..: l'obesità.
come se queste persone godano nel vedersi deformi e grassi davanti allo specchio, o siano felici di dover digiunare per giorni semplicemente sperando nel miracolo che purtroppo non tutti hanno la forza di volontà necessaria per renderlo reale!
e basta con l'inutile buonismo dei bambini del terzo mondo, x' qst storia si tira fuori solo qnd ci fa comodo! la signorina dell'articolo o chicchesia sicuramente avrà i suoi vizi costosi e non che cozzano con la sua morale contro i consumi eccessivi.. x cui diamo un nome alle cose... l'obesità è una malattia prima di tutto dell'anima, poi della bocca... cercate solo di avere rispetto per le persone.. x' come le anoressiche ci fanno pensa così anche una persona obesa ke nn riesce a fare niente per dimagrire!

marcello ha detto...

claudio ma come fai a parlare così???
sei semplicemente un razzista e cafone.. farsi gli affari proprio prima di tutto e poi pensare agli altrei..sarei proprio curioso di vedere la tua bella faccia giudicante..e magari capirei ke sei cosi arrabbiato col mondo semplicemente x' sei brutto!

mammafelice ha detto...

Francesca, ma tu hai perfettamente ragione! Quel che scrivi però è un motivo in più per imparare e sforzarci, tutti, a risolvere questi problemi alla radice.
Un sondino naso-gastrico forse toglie i chili, ma credi che dia serenità a chi non ha la forza di controllare il proprio desidero di cibo? Ha chi ha una malattia, come dici tu, dell'animo?
A me sembra un anello in più nella stessa assurda direzione, che ci fa allontanare sempre più dalla consapevolezza del proprio corpo, dei propri limiti...
Conosco personalmente, purtroppo, persone con disordini alimentari, ma un sondino che dà l'illusione di avere un controllo e che medicalizza fisicamente quello che è, hai detto giustamente, una malattia emotiva prima che della bocca, credo possa fare solo peggio.

Ariel ha detto...

Io sono la signorina che ha scritto l'articolo. Purtroppo, confermo quello che penso, ovvero che il sondino andrebbe riservato ai moribondi. Beati voi che non avete avuto esperienza di tutto questo e vi auguro senza retorica di non avere mai a che fare con quel genere di situazioni.

Non credo che un obeso debba digiunare per giorni, piuttosto mangiare bene e per questo riconfermo quello che ho scritto. Il problema è la volontà e per quella nessun sondino del mondo può servire.

Anni fa sono stata ricoverata per dei controlli in una clinica endocrinologica qui a Roma per una decina di giorni. Il 90% dei ricoverati era composto da obesi/e, tutti speranzosi di uscire di lì con il timbro: "malato di tiroide" o altre disfuzioni del metabolismo. Che io mi ricordi solo un paio di persone risultarono "malate" e comunque dovettero mettersi a dieta, in ogni modo.
Le altre mangiavano troppo,ingurgitavano quantità e qualità terrificanti di cibo.

Tornando all'anima, questa si cura in altri modi, tra i quali la consapevolezza di vivere su questa terra insieme a persone che muoiono di fame (se per te, cara Francesca, è retorica, non mi stupisco del tuo sovrappeso), la consapevolezza di quello che mangiamo, di non essere aspiracibo, di avere il diritto/dovere di essere consumatori attenti e consapevoli, etc.etc.

Quanto a me...sì, io cerco di essere sobria in tutto, non mangio esseri viventi, non compro roba firmata, boicotto chi "si comporta male", non compro prodotti delle multinazionali,leggo e mi tengo al corrente, voglio sapere dove e come vivo io e i miei simili.
Curo la mia anima così.

Per il resto, vi ha risposto mammafelice.

francesca ha detto...

non critico l'articolo di per se,ma il modo che hai avuto di esprimerti,offendendo le persone obese come se avessero,di fatto, uciso qlcuno o peggio tolto cibo ai già magri bimbi del terzo mondo.. posso capire la denuncia ke fa mamma felice alle tecniche che vengono usate per dimagrire,false speranze attraverso tecniche assurde come quella del sondino, che promettono di "guarire" dalla dipendenza del cibo ma ke di fatto curano gli effetti del mangiare ossesso (i kg in +)ma nn la causa che porta una persona a sfogare chissà quali angosce nel cibo..
quello ke critico è l'arroganza e la cattiveria con cui tu e altri avete parlato di persone obese,come se valessero meno di altre! e nn negatelo per favore..
si sono usati termini come "aberrazione disgustosa","cicciona grassona" ecc ecc... e penso ke quando ci si riferisce a delle persone ci si dovrebbe un'attimino controllare nelle parole.. qnd ascoltavi pavarotti pensavi ke era un grassone o un tenore?
tornando alla faccenda del terzo mondo..io penso ke tu l'abbia usata solo per creare ovviamente un contrasto assoluto, che ovviamente si crea immaginando un obeso e un bambino dell'africa...ma a che pro?? sembra solo che tu voglia creare odio verso le persone grasse..e da come subito hai mal dedotto la mia obesità si direbbe che sei "grasso-fobica"!! e sebbene sia bello essere tutti in forma e smaglianti, esiste anche il grasso oltre al magro.. di qsto passo si finirà a creare dei campi di sterminio per le persone non magre..la tua è discriminazione raziale bella e buona..
qsto criticavo, mamma felice ha ragione da vendere,trovo sbagliato far credere ke si possa dimagrire attraverso scappatoie,ma x' sta a voi criticare proprio nn lo capisco! il mio lavoro mi porta a vedere qste persone tanto grosse piangere e disperarsi.. e se voi siete la società ke li circonda posso capire x' si sentono soli contro tutti...

francesca

Ariel ha detto...

Francesca, siamo qui per parlare e anche per provocare se vuoi, in un senso o nell'altro
e mi fa piacere che mi scrivi, perchè vivaddio ancora ci è concesso confrontarci

se noti bene, nel mio articoletto non ci sono insulti verso le persone cicciotte, solo ho tentato di mostrare le consuete contraddizioni della nostra condizione, Primo Mondo- Terzo Mondo: chi muore di fame, chi muore di eccesso di cibo (sai bene che l'obesità comporta una serie di problemi medici che sono tra le prime cause di morte nel mondo "civilizzato")

La provocazione, se vuoi, è o voleva essere anche uno spunto di riflessione, ma non perchè io sia il profeta Isaia ma perchè davvero il consumismo ci spinge a consumare sempre di più e male. Ma le vedi le pubblicità in tv??? ci vogliono vendere cotolette Amadori, Fruttolo Nestlè, merendine as-so-lu-ta-men-te inutili per bambini e adulti, etc.etc. e poi? Danacol! contro il colesterolo!!! o il bifidus actiregularis! che se avessimo tutti una dieta a base vegetale al bagno ci si andrebbe senza nessun bifidus danone e nessun purgante

Non sono ciccio-fobica, ma perdonami se a volte mi innervosisco di fronte alle amiche e colleghe che spendono un sacco di soldi dai dietologi o dai nutrizionisti per sentirsi dare dieta assurde (una attualmente sta facendo la solita dieta iperproteica e iperlipidica, 300 gr di formaggio al giorno, per un totale di 8,4 kg al mese...povero fegato, poveri reni, povero intestino) oppure da fame, diete che non faranno altro che farle dimagrire al momento e poi riprendere chilate subito dopo

per loro nutro affetto, non odio, ma vorrei che si informassero di più, che fossero più consapevoli degli inganni del mercato
non basta pagare un dietologo,
devi sapere che quello che mangi spesso fa schifo, è cibo spazzatura, è cibo che inquina, è cibo che toglie risorse a chi non le ha, è cibo che fa ingrassare e ammalare

dai uno sguardo al mio blog, quando hai tempo, e capirai cosa intendo, e parliamone

quanto ai termini "forti", li hanno usati altri miei lettori, ma siamo in democrazia, e nei blog si può essere "politicamente scorretti". Sai che nella vita reale i cicciotti sono più che compatiti e giustificati, togli i giornali di moda con quelle 4 anatre rinsecchite, ma nella vita di tutti i giorni non sento altro che un gran piangersi addosso e guai a chi si azzarda a dire qualcosa...Sembrano tutte vittime di un destino avverso!
Io penso che sia l'anoressia che la bulimia siano in fondo parossismi di narcisismo,un eccesso di concentrazione sul proprio corpo, sia nel senso di ipernutrirlo che il contrario
E che quindi uno spostamento di attenzione sui problemi etici, economici, ambientali, etc. che esistono "dietro" il cibo possa aiutare a riprendere in mano la propria vita

cmq, ho una mia amica "virtuale" che sta perdendo peso mangiando manicaretti... però sono "vegan", niente bistecche e formaggi, se ti va ne parliamo in privato (v. mail nei "contatti"). Ne deve perdere una ventina di chili, non quattro, eppure sta andando bene. Senza quel sondino umiliante, deprimente, e passibile di commenti aspri da chi ci è intorno.

Un abbraccio, e spero possiamo fare la pace :-)

Claudio ha detto...

Eeeh, addirittura razzista! Cafone pò esse, ma d'altronde il concetto stesso di buona educazione, così piccolo-borghese, mi fa un po' ridere ed un po' piangere.
Spiego subito le mie posizioni a scanso di equivoci: detesto gli sprechi di risorse e materie prime, quindi allo stesso modo di come non sopporto che butta via acqua, energie e via dicendo, non sopporto chi si abbuffa sperperando cibo. Lo trovo un atteggiamento scandalosamente occidentale. Sarei razzista se ce l'avessi con i grassi in quanto grassi o in quanto brutti. Ce l'ho invece con chi si mangia a dismisura non per ciò che è, ma per ciò che fa, che è dannoso per gli altri (giacché gli sprechi danneggiano esseri umani, animali, ecosistema, etc.).
Se poi qualche obeso si è sentito offeso, naturalmente mi scuso ed al contempo spero che ogni persona grassa che abbia letto post e commenti si impegni a cambiare le proprie abitudini nell'interesse di tutti.

P.S. Dai Marce', sono un tipo!

Claudio ha detto...

Errata corrige:

non sopporto chI butta via acqua

con chi mangia a dismisura

Ariel ha detto...

ah sì, dimenticavo Marcello!(aveva decisamente meno argomenti di Francesca e così...)

davvero, Claudio non è brutto, e... non è cattivo, è solo un po' vivace
(cfr. Pinocchio, Carmelo Bene)

riccardo ha detto...

ma, cara francesca, mi domando e dico: quando in TV vedi un servisio sui bambini del Darfur gonfi e pini di mosche sulla faccia e di seguito ti propinano uno special sul salone nautico di Genova colmo di immagini di yacht da oltre un milione di euro tu che fai? smadonni e ti indigni vero? beh'... è la stessa cosa che succede a me quando sento persone che si lamentano di essere sovrappeso senza avere nessun'altra causa fisica che la mera ingordigia perché di questo si tratta, non giriamoci attorno per favore. Sai benissimo tu stessa che mangiando meglio e di meno dimagriresti giusto? e allora perché non lo fai? perché accusi di insensibilità chi te lo fa notare? anche io ho i miei vizi ma non vado in giro a rompere le palle a nessuno, so che sono vizi e me li tengo. Non hai capito che c'è un business che fa spavento dietro l'industria alimentare? 3 spot su 4 sono di cibarie inutili, biscotti, merendine, sofficini, petti di pollo trasformati in poltiglia impanata e poi inutili rimedi contro il grasso in eccesso ed il colesterolo; ma allora ci vogliamo svegliare o no? basta piangersi addosso! scommetto che se le tasse si pagassero a peso corporeo avremmo meno persone in sovrappeso. ci scommetti???? non ce l'ho con le persone cicciotte, non me ne frega nulla, ognuno faccia come cavolo gli pare ma in questo modo si va incontro all'ecatombe e ne risentirei anche io; non è esagerato quello che dico, credimi.

francesca ha detto...

forse non mi sono spiegata molto bene, sicuramente nella fretta di scrivere e nella foga del momento non ho fatto capire che non è il concetto di per se che condanno, ovvero:
capisco tutto ciò che dite, si è un mercato che fa ingrassare e poi vende prodotto per dimagrire, come del resto gran parte delle cose del mondo vanno così...
io ho contestato il modo che avete avuto di riferirvi a persone che di fatto, vengono considerate malata, non a caso si parla di disordini dell'alimentazione e non di " ingordigia"...
il paragone tra lo yatch -terzo mondo- e cicciotti, regge poco.. chi ha tanti soldi da poter nutrire una nazione è egoista e superficiale, chi mangia per compensare dei dolori e che, ripeto, è malato , non è una persona egoista, o superficiale, sono persone che soffrono, e che vanno capite...
lo stesso discorso ke avete fatto potrebbe andare allora anche per gli anoressici.. potreste benissimo dire loro " ma ke cavolo vomitate a fre se nel mondo ci sono bambini ke muoiono di fame??" eppure c'è sempre rispetto nel parlare di anoressici.. mentre invece i cicciotti hanno creato ribrezzo,,brividi e aggettivi davvero offensivi...
e sempre sulla linea del mercato "furbo2.. x' nn si critica allo stesso modo con cui si criticano gli obesi i fumatori?
brutti spreconi di soldi, ke se mandassero i soldi ke fumano in africa i bambini sarebbero tutti cicciottelli?? x' parlando dei fumatori nn escono fuori insulti?
x' nn si denuncia lo stesso mercato ke vende sigarette ma anche nicorette??
stop..la mia nn voleva essere una polemica sul concetto ke il mercato offre dei metodi allucinanti per dimagrire,ke ovviamente nn hanno la minima possibilità di riuscita.. volevo solo invitare le persone ad esprimersi con meno cattiveria, x' dietro il ciccione c'è sempre una persona! tutto qui...

ariel io nn ho litigato con nessuno, semplicemente penso ke sia facile esporre i fatti come li hai esposti tu e come li espongono altri ke magari nn hanno mai avuto qlche kg in +... ovviamente io nella mia vita ne ho avuti sia troppi di kg ke poi troppo pochi... sono stata aiutata da psicologhi e dietologhi,ricoverata e "dimessa" + volte... e per nn rendere vana la mia sofferenza ho deciso di laurearmi come dietista..vivo e respiro le angosce di queste persone come del resto le ho vissute io.. e sentire ke ci sono persone che parlano così di qste persone senza immaginare lo sforzo che c'è dietro alla perdita di un kg o di una cattiva abitudine mi fa davvero rabbia ma anche tristezza..

x' sembra che condanniate gli eccessi..ma nn starete condannando l'estetica?
per me pace fatta ;) ripeto non volevo litigare..ma nn potevo nn intervenire...

saluti a tutti

francesca

Ariel ha detto...

Franc, con me caschi male, perchè io ce l'ho anche con i fumatori, con le multinazionali del tabacco, con lo spreco di risorse per coltivare tabacco, con i test sugli animali per provare innocenza o colpevolezza del fumo nelle persone,etc.etc.

Però voglio solo dirti una cosa ancora, quando mai si parla in questi termini delle persone sovrappeso??? mi sembra che nella vita reale se ne parla sempre in maniera rispettosa, come se fossero vittime, malati, etc. Allo stesso modo si parla delle anoressiche,che però la vita la rischiano nell'immediato (mentre gli obesi possono campare un bel po')
come ti ripeto, qui siamo stati soltanto politicamente scorretti, ma ti assicuro che sono letteralmente circondata da gente in sovrappeso e l'atteggiamento loro e degli altri è quello, commiserazione, pietà, rispetto...

conosco obesi che si mangiano torroni interi come se fossero kinder cereali...devo pensare: poverina?! dimmelo tu
e poi si guardano come se un destino maledetto le abbia ridotte in quel modo, con 100 kg addosso
il torrone è solo un particolare inconsistente, niente a che vedere con i 100 kg. Non è assurdo?


Essendo entrambe (obesità e anoressia) malattie del progresso, del mondo occidentale e a dir si voglia, che ci piaccia o no (perchè un tempo forse solo i ricchi ne soffrivano), insisto che uscire dal proprio ego e guardarsi intorno, avere una visione più interconnessa tra le cose potrebbe aiutare quell'anima malata che come tu dicevi è alla base di queste disfuzioni

mi sembra da quello che dici che per te sia un approccio astruso, ma devi comprendere che io come molti miei lettori siamo vegan, essere vegan significa anche questo: un modo di vedere le cose tramite l'interconnessione
un'attenzione al sociale, all'ambiente, agli animali

per questo insisto su questo punto ma vedo che tu, come la maggior parte delle persone, non afferri questo punto di vista, relegando tutta la problematica all'ego del singolo

sono sicura che se le persone sovrappeso leggessero con la stessa cura che mettiamo noi le etichette dei cibi industriali che intendono acquistare al supermercato, dimezzerebbero già il carico nel carrello

ieri alla coop ci ho fatto caso, la gente butta nel carrello roba a vanvera, io leggo gli ingredienti e la maggior parte delle volte la roba la lascio negli scaffali.
cosa impedisce loro di fare altrettanto? non riesco a considerarli malati, solo incoscienti o inconsapevoli, se preferisci

ma gli strumenti per sapere ci sono, basta solo volerli fare propri

Fra ha detto...

Carissima Francesca,
invece di provare rabbia tristezza ecc.. visto che sei dietologa fai leggere ai pazienti il modo in cui è stato irraggiato il grano per aumentarne la produzione e il modo in cui viene prodotto il latte vaccino (latte veleno). Verdure Frutta e Cereali integrali (non perlati massimo decorticati come miglio farro kamut). Il miglio potrebbe risolvere i problemi dell'umanità ma sono andato dal dietologo e altro non sapeva dire che mangiare carne e pesce. Per non parlare poi della campagna pubblicitaria alle medie fatta dalla centrale del latte della mia città: noi alunni dovevamo trovare gli slogan per far bere più latte! Ti rendi conto! No alle proteine animali, V.F.C. così si sciolgono i grassi dal fisico e anche dal cervello. Francesco.

P.S. Il primo link non si apre bene, clicca sul nome Fra scitto in blu per il link diretto

http://www.laleva.org/it/2009/02/celiaci_ovverogeneticamente_mortificati.html

http://www.promiseland.it/inchieste/latte/latte1.php

Anonimo ha detto...

ebbene si... io sono capitata su questo blog proprio perchè cercavo notizie su questo sondino, visto che sono candidata all'intervento per obesità e nel frattempo proprio sabato 13 ho il primo corso con il Prof per mettere questo sondino e non ho potuto fare a meno di leggere i commenti e credo che la mia testimonianza, di un'obesa di 50 anni che sta lottando tutta la vita per cercare di calare di peso, sia di lezione per qualcuno.

Quando si arriva a tecniche del sondino o addirittura all'intervento come mi voglio sottoporre io, significa che ormai ne hai provate di tutte e dico "TUTTE" scrivendolo in maiuscolo.
Io già da bambina ero obesa, negli anni 60 non c'erano tanti "centri per controllare il peso dei bambini" come ci sono adesso ed ho fatto tutta la mia infanzia passando da insulti e dispetti dei compagni perchè considerata una anormale e diversa!
ma questo poi da sola l'ho superato e l'obesità per me non è stato un handicap... anzi ho potuto sfruttare la mia solarità, la mia simpatia, e la mia intelligenza. Chissà perchè l'obeso viene sempre associato anche a un ritardato e un debole...
verso i 15-18 anni mi sono dimagrita (chissà perchè... non ho mai fatto diete!) per poi aumentare drasticamente dopo una gravidanza a 21 anni e dopo che vivevo in un paese poverissimo, l'Argentina dove si mangiava male, pur di mangiare e soldi non ce n'erano e di diete selettive non se ne poteva manco parlare.
Rietrata in italia dopo 6 anni di quella "miseria" pesavo la bellezza di 130 kg....
ho iniziato ad andare da medici, endocrinologi diete e pastiglie per dimagrire, certo sono dimagrita fino a 75 kg, ma con conseguenze che nemmeno immagini, una gastrite cronica che mi ha fatto smettere di prendere pastiglie (anfetaminosimili) e così dopo pochi mesi ho ripreso quasi tutti i kg (E senza abbuffarsi come penseresti tu!)
(continua)

Anonimo ha detto...

Poi altri periodi di diete (fino a 1/2 kg di insalata al giorno!) palestra (ci andavo molto volentieri ma la conseguenza è stata un grave distacco di vitreo e quasi perdevo la retina in entrambi gli occhi!) poi acquagim, (io sono pendolare e ogni giorno per andare a lavorare mi faccio 180 km al giorno e il ritmo della piscina che finiva alle 23,30 non lo sopportavo) poi 900 euro alla DCD di roma seguita da dottoresse che ti davano una dieta equilibrata e perfetta dove ho calato si e no 3 kg, poi altre diete, acquisto di tapisroulan per fare esercizio a casa, poi acquisto di prodotti naturali... insomma ero arrivata a 92 kili e stavo abbastanza bene visto che sono alta 1,70.... poi il crollo! in un anno ho avuto la frattura per ben 2 volte del piede sinistro che mi ha costretta ad una sedia a rotelle per alcuni mesi... morale ... sono tornata a pesare 120 kg (e senza abbuffarsi ma facendo un normale pasto di carne e verdura pesce e frutta)
Ho deciso quindi di provare tecniche chirurgiche in quanto il mio è un problema di metabolismo che non si attiva manco con le cannonate (E NON è IL FATTO DI MANGIARE DI MENO METTETELO BENE NELLA ZUCCA!) io lavoro all'ospedale e 5 giorni su 7 mangio qui alla mensa (mi vuoi dire che possono dare in una mensa di ospedale?)
Ebbene fatti tutti gli esami preoperatori, mi hanno riscontrato gravi problemi legati all'obesità e uno in particolare, soffro di apnee notturne e mi hanno collegato ad un respiratore a pressione che devo tenere tutte le notti (C-PAP) che mi aiuta a respirare e se non calo assolutamente di peso rischio di non respirare più e di crepare a 50 anni con i problemi per l'obesità...

Anonimo ha detto...

Che dici ci provo ancora con le diete? chissà forse fra 2 o tre anni non serviranno più perchè forse saranno i vermi a mangiarsi tutta la mia ciccia!
Mi sono sentita molto offesa da quello che hai scritto e sinceramente vorrei che tu ti trovassi al mio posto... a meno di 50 anni (ne ho 49 per l'esattezza) già invalida e collegata ad un respiratore e portarsi adosso questi maledetti chili che mi stanno rovinando... che dici che non ho desiderio di buttarli giù per il cesso? dici ancora che non ho buona volontà? ma non dire cazzate.... l'obesità (almeno nel mio caso) è patologia e ben vengano tutte le tecniche del mondo per riuscire a buttare questi chili! io il sondino lo vado a mettere perchè odio il cibo ma ovviamente non si può farne a meno e non vedo l'ora di essere operata perchè così come sto adesso giuro che non ci voglio campare ancora e star male...
Rivedi quello che hai scritto e non offendere chi sta male!
Cristina

Ariel ha detto...

no Cristina, non rivedo quello che ho scritto, non ho offeso nessuno ed è quello che penso. Non credo che il sondino risolva granchè, ma sai tu ciò che è meglio per te. Mi dispiace tantissimo per la tua situazione, e non lo dico per finta. Evidentemente la tua è una situazione particolare. Non puoi davvero negare in buona fede che la stragrande maggioranza di persone obese mangiano in maniera esagerata. Io ne conosco tante e anche se loro dicono che non mangiano niente, lo vedo con i miei occhi quello che ingurgitano. In primis mio padre. Il niente è relativo. Per loro è un niente una scatola di biscotti, o mezzo caciocavallo. Come puoi dirmi che non è vero?

E come mai il metabolismo sballa in questo senso solo a persone che vivono nel mondo "occidentale"? come mai nei paesi disgraziati non esiste l'obesità? Io di questo sto parlando, non altro. Fammi esempi di obesi che vivono negli slums di Nuova Dehli o di Dakar. Io ci sono stata, non ci sono.

E' una malattia "del benessere", dovuta all'abbondanza. Neghi anche questo? E io di questo parlavo.

E' che le persone sovrappeso sono anche estremamente permalose e non si può dire niente. Io quando ho perso mia madre sono diventata uno scheletro e non c'era persona che non sottolineasse il fatto che facevo schifo per quanto mi ero rinsecchita, che ero sciupata, etc.
Tanto che mi sono trovata a dire: "Un bel lutto in famiglia e diventate dei figurini".

Se fossi ingrassata, tutti avrebbero avuto rispetto e cordoglio. Così è con le mie amiche cicciottelle: nessuno si può azzardare con tanta leggerezza a dire qualcosa per non offenderle. A me invece mi martoriarono, non sapevo più come vestirmi e imbottirmi per non sentire quei commenti che mi facevano sentire malata e disgraziata.

Ancora, ammetto l'uso di un metodo estremo come il sondino solo in casi in cui sia seriamente in gioco la salute. Come chi si deve operare di tumore e può avere problemi respiratori dovuti all'obesità. O cose del genere, probabilmente anche i problemi che hai tu. La signora in questione "giù al bar" avrà dovuto perdere sì e no quei 5-7 chili che tutte le donne mediterranee tendono a mettere su, sul sedere e sulle cosce. Non aveva più senso la volontà di dimezzare le dosi di quello che mangiava prima?

Io ti auguro con tutto il cuore di risolvere i tuoi problemi di salute, spero che il sondino ti aiuti ma non credo possa far perdere decine e decine di chili. Inoltre, ricorda che l'alimentazione liquida iperproteica che ti somministreranno saprai bene quanto sia dannosa per i reni e per l'azione che ha sul calcio nelle ossa. Esiste il rischio di emorragie. Mi sono documentata e l'avrai fatto ovviamente pure tu.

un saluto caro,
a

Anonimo ha detto...

carissima Ariel devo in un certo senso darti ragione e scusami se forse ti ho aggredita con termini un pò pesanti in effetti proprio oggi mi è venuta l'idea di andare a chiedere consiglio al chirurgo che mi dovrà operare e chiedergli se mi conviene nel frattempo provare con il sondino per presentarmi all'operazione con meno chili possibili e ovviamente rischi. Ebbene lo ha sconsigliato nel mio caso perchè i chili da togliere sono tanti e quella tecnica provoca degli squilibri al livello del metabolismo (acidosi) che poi sono difficili da far rientrare nella normalità e quindi mi comprometterebbero l'operazione vera e propria a cui voglio farmi sottoporre. Quindi diciamo che è forse indicato per quelle donne che devono calare una decina di kili e non di più (io dovrei scendere di almeno 40 kg)
Inoltre mi sono informata che l'applicazione del sondino, la nutrizione parenterale e i vari cicli non passano per cassa mutua ma sono in privati con il prof Cappello e con costo abbastanza elevato : 160 euro la prima visita, poi 135 euro la nutrizione parenterale e 120 euro le visite successivoe e secondo ciclo quindi andavo a spendere sui 600 euro per una cosa che mi serviva in parte e non definitiva.-
In effetti forse il tuo post mi ha aperto un pò gli occhi e in fondo in fondo devo ringraziarti. Comunque sappi che io non sono un'obesa che la vedrai mai con un panino da Mc Donald, oppure con coppe di gelato megagalattiche o con piatti di pastasciutta che sbrodolano e salsicce a gogo..
la pasta la mangio rarissimamente e solo in mensa dell'ospedale e per il resto non riesco a fare un pranzo completo dall'antipasto al dolce in un ristorante e invece vedo persone che si mangiano un porco con tutte le orecchie.
Comunque io ho vissuto in un paese molto povero come l'Argentina e lì si mangiava molto molto male l'olio era carissimo e si friggeva con il grasso di manzo, la carne era sempre più cara quindi si comprava un pezzettino e si faceva il sugo dove si metteva poi dentro pasta, patate e riso e si mangiava il "il ghisso" ovvero, io lo chiamavo il mangiare per i porci.... però non si poteva altro... a volte nei paesi poveri ci si ingrassa perchè si mangia malissimo... nel Biafra non c'è proprio mangiare....
un saluto
Cristina

Ariel ha detto...

ciao cara,
ti va se ci sentiamo in privato? la mia email è sui contatti nel profilo, se ti va mandami un tuo segno...
mi farebbe piacere fare due chiacchere tra di noi
se invece non ti va, non ti nascondo che vorrei tanto sapere come starai nel prossimo futuro...
a.

P.S. L'acidosi è proprio quel fenomeno "chimico" a causa del quale viene sottratto calcio alle ossa e che provoca affaticamento dei reni.

Anonimo ha detto...

ho accettato il tuo invito... hai posta ariel
Cristina

mammafelice ha detto...

Ciao Cristina, probabilmente dovrei farmi gli affari miei, ma la tua storia mi ha molto colpita..
Innanzitutto mi dispiace molto e ti faccio tutti i imiei migliori auguri per trovare il modo di risolvere al più presto i tuoi problemi!
Il tuo racconto però non fa che confermare la mia antipatia per la medicalizzazione di ogni aspetto della propria vita. E non mi riferisco solo all'obesità, ma alla maggior parte dei problemi moderni, dall'ipertensione, al diabete tipo II, ecc. La medicina illuminata moderna cura i sintomi.
Nel tuo caso ti hanno resa praticamente una tossicodipendente, rovinandoti irreparabilmente lo stomaco! E quando gli effetti collaterali ti hanno costretta ad interrompere la "cura" è tornato tutto come prima. Ti sono state proposte diete in cui probabilmente dovevi impazzire a pesare gli alimenti. Probabilmente hai proprio un metabolismo molto basso e, da mamma, ti capisco, una cosa è sapere che serve fare sport, un'altra trovare il tempo per farlo regolarmente...
Qual'è il risultato di anni medicalizzati? Odi il cibo. Per me è una cosa tristissima (e non lo dico affatto per giudicarti, ma perchè mi auguro di tutto cuore che un giorno tu possa essere di nuovo serena in uno deglòi aspetti più primitivi e naturali della nostra vita!
Mi ha colpito quando dici che hai mangiato anche mezzo chilo di insalata al giorno. Non dico di sola insalata, ma io mangio almeno mezzo chilo di verdura al giorno. I crudisti fidati che ne mangiano molto di più!
Il puno è che per me non è un sacrificio, mi piace, la adoro e mi manca quando per qualche giorno ne mangio meno!
Sono certa che Ariel ti scriverà utilissimi consigli, perchè se amerai quei cibi che sono poveri di calorie, ma ricchi in nutrienti, forse, riuscirai a prendere in pugno la tua vita ed a sbalordire i medici!
P.S. rimane ovvio il fatto, che per esempio in vista di una importante operazione, possano essere utili metodi "medici" per perdere peso.
Ti mando i miei migliori auguri :)

Ariel ha detto...

sì, mami, ha colpito anche me Cristina, e ora siamo in contatto via mail :))
c'è qualcosa di strano, per noi vegan intendo, quando si pensa al mangiare tante verdure come un sacrificio, noi che non potremmo fare a meno e ne diventiamo addirittura golosi
e anche il fatto che i carboidrati vengano demonizzati e le persone a dieta non li debbano più considerare un cibo prezioso...quando dovrebbero essere la fonte principale del nostro sostentamento
per non parlare dei legumi, che vengono visti (dai dietologi) come il demonio

è che per carboidrati si intendono magari piattoni di carbonare o amatriciane, e cibi industriali come biscotti, merende,dolciumi,etc.
Ma un riso con verdure, uno sformato di miglio, una pasta con fagioli (senza cotiche!) danno soddisfazione, non ci si sente malati e non fanno ingrassare
(se non te ne mangi mezzo chilo e non ci aggiungi lo spezzatino o il prosciutto dopo...)

ciao mami, grazie

Anonimo ha detto...

Scusatemi se mi introduco, non voglio giudicare nessuno di voi, ma da questo post, è nata una polemica sterile e inutile. Quello che si sarebbe dovuto commentare non è l'opportunità o meno per le persone veramente obese, di ricorrere a certi metodi per cercare di dimagrire. Vi ribellate così anche quando venite a conoscenza di qualcuno che si è sottoposto a bendaggio gastrico, o by-pass o addirittura si è sottoposto solo ad una liposuzione?
Il problema vero è che questo metodo dovrebbe aiutare solo ed esclusivamente le persone DAVVERO obese. Ed invece? Quest'amabilissimo professore applica il sondino a chiunque ne fa richiesta, anche a persone che dovrebbero perdere al massimo una decina di chili e soprattutto a chiunque, a partire da 14 anni in su!
Questo è il grande pericolo che vi dovrebbe far riflettere e polemizzare, il metodo diventa sempre più popolare e fa partire un meccanismo molto, molto perverso.
Meditate, gente, meditate......

Ariel ha detto...

concordo con te, Anonimo, ed era un po' la ratio del post: le due signore (perchè nel frattempo sono diventate due) dell'ormai famigerato bar protagonista del post non sono affatto obese, ma hanno quei chili in più facilmente risolvibili con una dieta bilanciata
visti gli effetti collaterali e i rischi di una pratica così invasiva, delegare ad essa la perdita dei kg pre costume da bagno (sarà un caso che proprio in primavera...) mi pare francamente un'aberrazione

invece, ti devo dire che su liposuzioni e bypass & co. non ho opinioni molto diverse. Purtroppo il cugino della mia collega di stanza dopo un bypass del genere a scopo dimagrimento (era un grande obeso) ha avuto gravissimi problemi di salute ad esso correlati. Per farla breve, è morto a neanche 40 anni. Ci siamo messe a cercare casistiche, a leggere qua e la, si può immaginare con quale sconcerto, e il suo caso non è affatto raro. Sono procedure molto rischiose, inutile nasconderlo. Forse da riservare a casi disperati, ma disperati DAVVERO. Non è che una non ce la fa a mangiare di meno e si continua ad abboffare e si fa mettere il bypass, non so se mi spiego...


quanto alla liposuzione, non ne parliamo, quante ragazze rischiano grosso e a quante è costato davvero cara...

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti, sono Cristina, è da un pò che non mi faccio sentire, ma volevo darmi la notizia buona almeno per me. Il professore mi ha messo in lista di attesa per l'operazione per l'obesità. Ora, volevo raccontarvi che ieri ho visto all'ufficio tickets tante di quelle persone col sondino, e sinceramente sentendo i commenti che facevano tra di loro, mi sono complimentata con me stessa di non essere andata a farmelo mettere, inoltre non vi dico la puzza di alitosi e acidosi che c'era stando vicino a quelle persone.... da vomitare... avevano ammorbato l'aria nell'ufficio del tickets e non si poteva entrare. Poi c'era una che avrà avuto sui 150 kili e tutta contenta dicendo che aveva calato 19 kili e stava bene.. col piffero lo vado a fare,, poi i commenti, che a una durante la notte si era sfilato e si sentiva il liquido in gola, l'altra che doveva portarsi appresso giorno e notte la pompa che ti inietta nesso stomaco i liquidi.. insomma do pienamente ragione a aries (scusamo se non ti ho più scritto ma come vedi sono tornata sul tuo forum!) ma sinceramente è una tecnica più invasiva e più fastidiosa dell'intervento vero e proprio e con risultati che sono limitati e lunghi nel tempo senza mettere in conto che è costosissimo.
Grazie ancora ad Aries che mi ha aperto gli occhi su questa realtà
Buona giornata
cristina

Ariel ha detto...

ciao carissima!!! ti confesso che ero in pensiero ma non volevo essere invasiva...
grazie per la testimonianza che hai lasciato, su questo post entra tanta gente in cerca di informazioni sul sondino
spero che al di là delle polemiche che ci sono state, diano retta a quello che tu riporti
anche la seconda "signora dal sondino" qui del bar sotto l'ufficio ha detto che non lo rimetterà più (ha fatto due cicli). Troppi fastidi e problemi fisici e psicologicamente deprimente...
un bacio Cristina, e fammi sapere come stai al più presto, ti seguo da lontano
ari

willow ha detto...

claudio e ariel, fermo stando i commenti sulla convenienza di un'alimentazione equilibrata e i dubbi relativi alla tecnica del sondino e simili, ritengo che siate irrispettosi verso le persone. no considerate che dietro al grasso esistono delle persone, dei sentimenti, delle sofferenze, delle anime. esistono persone che possono essere simpatiche intelligenti efficienti anche se sono grasse. persone che sono costrette a nascondersi perchè ci sono i magri che le guardano le giudicano le disprezzano. lasciateci in pace lasciateci vivere tranquillamente la nostra fisicità e forse smetteremo di cercare il miracolo che ci faccia dimagrire e chissà che lasciati tranquilli non riusciamo a trovare un pò di serenità che ci consesnta di dimagrire.

Ariel ha detto...

Accidenti Willow cara (o caro?)... ma hai visto poi gli altri commenti e gli altri due post sull'argomento? ho cercato di spiegarmi, di non avere "problemi" con le persone sovrappeso (ce l'avrei con parecchie persone che mi circondano altrimenti), ma di pensare che spesso queste persone sono accecate dal cibo e poi dai tentativi assurdi di dimagrire, in qualsiasi modo tranne che mangiare di meno e meglio

pare che siano cose queste che non si possano neanche sussurrare, perchè tutto puoi dire ad un obeso meno che mangiare di meno e meglio, ti rendi conto?!
gli obesi sognano un mondo dove tutti ingollano enormi quantità di cibo e non ingrassano, non un mondo dove tutti mangiano il giusto e stop, per questo parlo di "spostamento di attenzione" verso una visione meno egocentrica del problema

e in ogni caso, io lascio in pace le persone in sovrappeso, caso mai sono loro che tormentano me con i loro problemi di dieta e conseguente depressione (e certo, con quelle diete pazzesche e inutili...)
non viene loro neanche in mente di provare a mangiare come me, ovvero vegan, senza un grammo di colesterolo, con tutti i carboidrati che voglio ma senza un sacco di cose che fanno ingrassare come latticini & co. E allora ingrassino pure ma non se ne lamentino

cmq,se hai voglia, leggi anche gli altri due post correlati e relativi commenti...

ciao,
a

Anonimo ha detto...

In questo blog c'è più odio per il prossimo di quanto ce ne fosse nei campi di concentramento nazisti. Vergognatevi e risparmiate i vostri consigli inutili.Vi nascondete dietro il dramma dei bambini africani speculando sulle loro sofferenze per seminare odio scaricando le vostre frustrazioni sui "diversi".La persona grassa almeno consola le proprie frustrazioni con il cibo e quindi fa male semmai solo a se stesso.
Ariel dovresti andare in giro con la museruola insieme al tuo cane di razza Pitbull...

riccardo ha detto...

caro anonimo/a (ma perché non ti firmi? non c'è nulla di male a postare la propria opinione.
Innanzitutto (e me ne prendo la responsabilità) nel tuo commento ci sono un mare di cazzate a partire da quella dell'odio e del campo di concentramento. Lavati la bocca prima di parlare di cose del genere. Si capisce che non hai capito una mazza. Nessuno si nasconde dietro niente. Mi pare invece che la maggior parte dei magnoni si nasconda dietro motivazioni del tutto gratuite del tipo: "da piccolo mio padre mi picchiava con una bicicletta quindi adesso magno quanto un'intera tribù di Masai e 'sti gran cazzi se non rimane nulla per gli altri dato che soffro tanto". Scommetti che se tu, o chi per te, fossi in Somalia senza le merendine del mulino bianco impegnato a far fronte a problemi ben più gravi del traffico a Milano o a Roma non penseresti a strafogarti di cibo animale o vegetale ma penseresti a come sopravvivere? ma come ti permetti a dire che qui si fomenta odio quando invece è l'esatto contrario? leggi!!!!!!! lascia stare la pastarella ripiena di crema che hai davanti e perdi un po' più di tempo per capire le cose che leggi. Ssenza rancore ma con l'augurio che tu ti possa risvegliare un po' più consapevole. Non mangiarti il mondo vivilo e sopratutto lascia vivere.....

Ariel ha detto...

Anonimo? Bau!
niente museruola ne' per me ne' per te che infatti sei qui pubblicato e puoi abbaiare quanto vuoi

quanto ai miei cani, disgraziatamente non ho pitbull, cani affettuosi e teneri se non addestrati alla lotta
mi dispiace che tu li tenga in tanto spregio

Mel ha detto...

Ciao a tutti, volevo solo dare la mia testimonianza..da buona vegana studentessa di naturopatia, mangio cibo naturale, miglio, alghe, farro, ceci ecc ecc..Tutte cose naturali che non dovrebbero fare ingrassare, ma invece, mi ritrovo a 99 kg lo stesso..strano eh?ma è così..
Ignorante marcia com'ero da piccola mangiavo quello che mi faceva la mamma, non ero abbastanza intelligente per capire che mi stavo avvelenando il corpo..ma sai, quando un'intera famiglia, anzi, un'intera regione(emilia romagna) ha un'alimentazione ricchissima di proteine, grassi ecc.., dove fanno le frittelle nello strutto,è quasi impossibile non ingrassare, soprattutto se da piccola sei stata ipernutrita e ti sono cresciuti più adipociti di tutte le cellule che hai in corpo,(e non so se sapete che il solo modo di eliminarle è con la liposuzione e il corpo fa in tutti i modi per tenerle sempre piene di grasso però forse così sopravviverò al 2012!) :)
Lo schifo?La società, e quando non hai i mezzi per vedere il rovescio della medaglia, cioè che quello che fai è sbagliato, non ti poni nemmeno il dubbio..perchè TI HANNO INSEGNATO COSI'..

Mel ha detto...

Mi sono resa conto che qualcosa non andava quando ho avuto i calcoli biliari(e ho conosciuto lo schifo della sanità),non era obbligatorio toglierli(potevo benissimo scioglierli con le erbe o con la tecnica del lavaggio epatico)ma quel cretino di un dottore mi ha detto che se non mi operavo morivo..a 19 anni di morire non mi andava quindi mi sono fatta operare..ovviamente ancora più ignorante e stupida non sapevo che mi avrebbero sradicato un viscere, mi avevano detto ti toglieremo i calcolini..e mi sono risvegliata con un viscere in meno..
Incazzata nera non mi ricordo per quanto tempo ho pianto(ovviamente i miei genitori doppiamente ignoranti, mi hanno convinto dicendomi che conoscevano tanti che l'avevano fatto e non era successo niente)ho deciso di cercare i motivi per cui vengono i calcoli, e da li mi si è aperto un mondo,ommioddio le proteine animali fanno male,ommioddio sto mangiando una mucca,ommioddio una mucca è un'essere vivente eccetera eccetera..eh si..non ero abbastanza intelligente per arrivarci prima, non avevo la consapevolezza di cosa è in realtà la carne..non ci facevo caso e basta,ma ho pensato "adesso che sono vegana sono salva e dimagrirò!" Sto cxxxx..e scusate la volgarità, allora proviamo col crudismo!Ancora una volta stessa esclamazione, anche perchè non tutti riuscirebbero ad avere un'alimentazione cruda, io avevo sempre dissenteria e intestino dolorante; a mangiar sempre verdura e frutta mi ero rovinata l'intestino, anche perchè era già irritato dal continuo passaggio della bile che non era più accumulata nella colecisti. Non è che il crudismo risolve tutto, io lo speravo ma non è così..poi c'è il discorso della flora batterica di tutte le cose che sto studiando e magari non siete interessati. Comunque sono grassa e anche facendo ginnastica(cosa che faccio tutt'ora) i segni dei miei 120 kg non me li toglierò mai(braccia penzolanti, pancia penzolante) e non mi aiuta sentire uno che mi ferma per strada che mi dice "ma non te vedi che fai schifo?Ma smetti di magnà" sapendo che mangio bene..anzi..serve a farmi ancora più schifo di quello che mi faccio..però guarda te.. ho proprio smesso di magnà!Sto provando il digiuno terapeutico..
Ma come?Una cicciona magnona senza volontà che resta senza mangiare??Eh si..devo eliminare 20 anni di vita che proprio non mi vogliono abbandonare..intanto sapendo di fare una dieta sana che gli altri magari non sognano nemmeno, mi prendo comunque offese per la strada di gente che non capisce una beneamata mazza..la qual cosa non mi fa stare bene subito..anzi accresce in me l'odio che ho verso questa società che è sempre pronta a schierarsi solo per parte presa non conoscendo a fondo gli argomenti. Il mio motto ,che ho dovuto sperimentare in prima persona:"prima informiamoci poi parliamo".
Mi disprezzo quanto mi disprezzate voi e il non riuscire a far niente mi fa arrabbiare..
Ehm..scusate se ho,magari,esagerato..ma me la sono un pochino presa.. :)

Melissa che ha un veganlifestyle..anche se da solo 2 anni..ma comunque obesa..

Ariel ha detto...

hey Melissa, no no non te la prendere, tu stai facendo il possibile e sicuramente ci vorrà tempo, non si cambia lo stato delle cose in soli due anni...
intanto non sei più 120 kg ed è già molto, poi datti tempo e calma

però non puoi dire che di norma le persone sovrappeso non siano persone che mangiano tanto e male, ci saranno eccezioni, alcuni casi patologici, ma che l'obesità sia una malattia esclusivamente presente nei paesi occidentali, nei paesi dell'opulenza, questo non puoi negarlo

qui noi parlavamo della norma, di singoli sparuti casi come si fa ad occuparsene in una sede come questa, non in ambito medico?

non ti fare schifo, ragazza dallo splendido nome, perchè hai preso la strada giusta e hai solo bisogno di tempo e pazienza e tenacia
non te la prendere, mandaci a quel paese se ti diamo fastidio, ma che ti serva da sprone, perchè la ciccia è un problema non estetico ma di salute, e a quella ci teniamo tutti

un abbraccio

Anonimo ha detto...

Io sono una di quelle ciccione orribili che a molti di voi fa venir voglia di offendere e denigrare perchè non abbastanza forte da controllare i propri istinti, che tende a mangiare a volte senza freni...Dovrebbero sorprendermi le cose orrende che pensate? No, le vedo spesso scritte a chiare lettere sui visi di gente che incrocio per strada e dei quali mi faccio beffe, si sa che chi non ha comprensione e tolleranza, tende a comportarsi così, chi magari ha altre forme di trascuratezza verso la propria persona, meno visibili, ma poco piacevoli da sopportare. L'intolleranze nasce nella grettezza, in un animo poco generoso, in una mente chiusa, che non vede l'essere umano, ma il suo involucro. Cari signori/e in tempi passati avreste portato orgogliosi certi cappucci e sputato su persone con un colore diverso della pelle. I grassi sono i nuovi reietti, coloro che servono a molti per sfogare frustrazioni e altri sentimenti vergognosi. Se ognuno proiettasse verso se stesso tanta severità di giudizio il mondo sarebbe forse migliore.

mammafelice ha detto...

Cara anonima, per quanto mi riguarda credo che ti sbagli proprio.
Nessuno qui ha messo in dubbio che possano esserci forti problemi psicologici dietro all'alimentazione compulsiva, per esempio.
Una delle mie migliori amiche ha grossi problemi di peso e ti garantisco che non solo la adoro, ma non c'è traccia di compatimento o scherno nei miei occhi quando sono con lei.
Questo non vuol dire che non ci sia un problema da affrontare ed infatti lei, grazie al cielo, ne sa parlare e cerca di fare ciò che può semplicemente perchè ci tiene alla sua salute.
Nessuno qui scherniva gli obesi in generale, ma solo, eventualmente, coloro che sperano di mandar giù i chili in più con artifici ed operazioni oltretutto pericolose -per loro!
La nostra società è "bulimica" e ci manda messaggi contrastanti ed ingannevoli. Ci viene inculcato che per essere dobbiamo consumare, poi ci spiegano cosa consumare ancora per dimagrire ed essere finte e tutte uguali. Nessuna sopresa che il mondo sia pieno di persone con disturbi alimentari. E nessuna intenzione di ridere di chi ne è vittima.
Ma francamente, quando una persona in sovrappeso mi dice che non saprebbe mai rinunciare al formaggio, quando io lo faccio per amore degli animali, non posso che chiedermi con quale spirito voglia realmente perdere peso. E sopratutto capisco che la sua voglia di formaggio (per dire una cosa a caso) è più forte della sua empatia per gli altri esseri viventi. In questo accomunata però dallo stesso menefreghismo anche in molti magri!

Ariel ha detto...

grazie Mami, è esattamente quello che questo post voleva significare

Anonimo ha detto...

Mi dispiace che fate di tutta erba un fascio! Io ero un grande obesa, e non per mia volontà, purtroppo la graviidanza mi ha lasciato problemi tiroidei e di iperinsulinemia e sono passata in tre anni dai miei 62 kg x 1,78cm a 121 kg.......
Capisco che ci sono persone ingorde ma ci sono anche persone che sono obese non per causa loro.
Per vs conoscenza i dietologi che ho consultato non hanno mai azzeccato una dieta solo dopo tre anni un nutrizionista dopo diverse diete ed alimenti che mi ha fatto provare, ha scoperto che gli enzimi presenti nel mio organismo trasformavano gli ortaggi e le verdure che mangiavo in zuccheri e con l'iperinsulinemia in grassi.
Mi ha proposto una dieta proteica a base di carne di pollo, pesce e derivati ebbene alla faccia dei vegetariani convinti ed ignoranti, in sei mesi ho perso 35 kili, il tutto mangiando. Ora ho sospeso per ritestare gli alimenti e vedere se ne posso introdurre qualcuno.....altrimenti riprendo la dieta. Adesso sto benissimo, con la carne la mia muscolatura è diventata più tonica e la pelle
molto liscia.....
Questa è una testimonianza che ci sono molti luoghi comuni (come quaelli descritti in questo post) che vengono spesso utilizzati a sproposito, prima di sparare sentenze su chi mangia e chi no documentatevi del vero perchè le persone sono obese....
Voglio sperare che un roblema simile al mio non capiti a qualcuno di voi, altrimenti che fate.... vi ammazzate....
Saluti

Anonimo ha detto...

Mi dispiace che fate di tutta erba un fascio! Io ero un grande obesa, e non per mia volontà, purtroppo la graviidanza mi ha lasciato problemi tiroidei e di iperinsulinemia e sono passata in tre anni dai miei 62 kg x 1,78cm a 121 kg.......
Capisco che ci sono persone ingorde ma ci sono anche persone che sono obese non per causa loro.
Per vs conoscenza i dietologi che ho consultato non hanno mai azzeccato una dieta solo dopo tre anni un nutrizionista dopo diverse diete ed alimenti che mi ha fatto provare, ha scoperto che gli enzimi presenti nel mio organismo trasformavano gli ortaggi e le verdure che mangiavo in zuccheri e con l'iperinsulinemia in grassi.
Mi ha proposto una dieta proteica a base di carne di pollo, pesce e derivati ebbene alla faccia dei vegetariani convinti ed ignoranti, in sei mesi ho perso 35 kili, il tutto mangiando. Ora ho sospeso per ritestare gli alimenti e vedere se ne posso introdurre qualcuno.....altrimenti riprendo la dieta. Adesso sto benissimo, con la carne la mia muscolatura è diventata più tonica e la pelle
molto liscia.....
Questa è una testimonianza che ci sono molti luoghi comuni (come quaelli descritti in questo post) che vengono spesso utilizzati a sproposito, prima di sparare sentenze su chi mangia e chi no documentatevi del vero perchè le persone sono obese....
Voglio sperare che un roblema simile al mio non capiti a qualcuno di voi, altrimenti che fate.... vi ammazzate....
Saluti

Ariel ha detto...

Ciao,
ti confesso che sono circondata da persone obese e non una tra queste che non lo sia perchè mangia come un bufalo (magari, i bufali sono vegetariani..)
anche chi dice di mangiare poco, poi si scopre che il "poco" è un concetto relativo, senza contare gli spuntini notturni, che nessuno vede
ma indubbiamente ci sono casi particolari come il tuo, anche se non è certo la regola

ti auguro di stare sempre meglio in salute, certamente saprai - perchè ormai ne parlano pure i giornali femminili e i media più tradizionali- quanto una dieta iperproteica come quella che segui sia dannosa per i reni, il fegato, etc. Non si fa altro che dire - e non da parte dei vegetariani - ma dalla classe medica più evoluta, che bisogna mangiare più cereali, frutta e verdura, ed ecco che i soliti sedicenti nutrizionisti-dietologi non fanno che rimpinzare i loro clienti di proteine animali, alla faccia delle più elementari regole del buon senso

Ma probabilmente ne sanno più di un Umberto Veronesi o delle più importanti associazioni di nutrizionisti statunitensi.

Quanto alla pelle, forse non hai mai visto la pelle e il fisico di un vegan, vista la quantità di frutta e verdura che ingurgitiamo. Per non parlare della muscolatura, non gonfia di "anabolizzanti" delle carni animali.

Quanto alle diete, ho diversi amici che hanno perso 10-15 kg in pochi mesi mangiando vegan, saporito ed equilibrato, secondo la dieta mediterranea vegetale, la più sana del mondo.
L'ultimo, Marco, ha perso 5 chili in un mese, felice per dimagrire senza diete penalizzanti e punitive ma in un tripudio di sapori e profumi.

Poi, ognuno è artefice della propria salute.

http://www.scienzavegetariana.it/argomentinbreve/high_protein_ita.html

http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=257