venerdì 7 novembre 2008

Great expectations

Knock, knock! Chi è? Obama. Obama, chi? OBAMA NATION, BABY!

La campagna elettorale di Obama è stata improntata tutta sul cambiamento, e pare che questo cambiamento contempli anche una riforma delle leggi in difesa degli animali.
Recentemente Barack Obama ha detto: “Penso che il modo in cui trattiamo i nostri animali rifletta il modo in cui ci trattiamo l'uno con l'altro. Ed è molto importante che un Presidente sia consapevole di ciò che si significa perpetrare atti di crueltà sugli animali"
Wow!!La buona notizia è che sta già mettendo in atto ciò che va predicando adottando un cagnolino preso da un canile piuttosto che supportare la troppo spesso brutale "pet industry". E' una piccola grande azione ma compiuta da una persona così in vista è senz'altro un ottimo inizio.

A proposito del pensiero di Obama, non possiamo non ricordare le parole del 16° Presidente degli Stati Uniti, Abramo Lincoln, che una volte disse: “Sono in favore dei diritti degli animali come di quelli degli esseri umani. Questa è la via da seguire”

Confidiamo in Barack, e non solo per gli animali.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

E se stavolta il mondo cambiasse davvero????

Anonimo ha detto...

La primavera è tornata, il sole ha abbracciato la terra. Presto vedremo i figli del loro amore. Ogni seme, ogni animale si è svegliato. Anche noi siamo stati generati da questa grande forza. Per questo crediamo che anche gli altri uomini e i nostri fratelli animali abbiano il nostro stesso diritto a vivere su questa terra.

Tatanka yotanka (Toro Seduto)
Hunkpapa lakota (Sioux)

Tetsu ha detto...

Troppo spesso siamo rimasti vittime di facili entusiasmi.
L'America è un paese governato dalle lobby, una delle più grandi è quella dell'alimentazione e non credo che sia così facile scardinarla.
Gli americano vogliono il cambiamento, ma forse inteso come un "torniamo ad essere ricchi", sarà difficile per Obama convincere gli americani ad accettare tasse pesanti sulla benzina (in America è molto meno tassata che da noi) oppure rinunciare ai loro Hamburger oppure HotDog, se non rinunciare quantomeno pagarli di più. La vedo durissima.

Ariel ha detto...

ahimè, temo di concordare con Tetsu...ci sono grandi aspettative, ma sarà davvero dura, stiamo a guardare e incrociamo le dita