domenica 29 luglio 2012

Vita quotidiana

La scena si svolge in un ufficio, poco dopo la pausa pranzo.
In stanza io da sola, intenta a lavorare al computer. Si affaccia alla porta una collega con il seguente statement:

Ciao Ariè, non dovrei dirlo proprio a te, ma oggi a mensa mi sono mangiata un bel polletto... Ma era PICCOLO PICCOLO sai...


E poi non mi venite a dire che mangiar carogne non incide sul corretto funzionamento dei gangli cerebrali.

10 commenti:

Biancaneve ha detto...

A me spesso e volentieri mi dicono: "sai, mi spiace tanto per te, ma oggi mi sono mangiato una bella bistecca".

Per me? Mica sono io la vittima offesa.

La gente pensa di farti un dispetto... come dici tu, purtroppo a nutrirsi di cadaveri, pure le cellule del cervello vanno in putrefazione.

Ariel ha detto...

idem, anche questa una frase ricorrente, e stessa reazione

e poi dicono che uno diventa misantropo...

Francesca ha detto...

Ho vissuto la scenetta in qusi-diretta. E' stata esilarante....la faccia di Ariella....intendevo!!!!
HAHAHAHAHAH

Anonimo ha detto...

non ti preoccupare, idioti così li trovi in tutti gli uffici...

Ale

Anonimo ha detto...

Anche in tutte le famiglie, in tutti i gruppi di amici, ecc ecc

Annaelaneve ha detto...

Oppure quando si è in un gruppo e si parla di ricette all'80% non sono veg* e il narratore di turno si gira verso di te, proprio verso di te, e ti dice: "Eh, ma tu non lo puoi mangiare..."
Ma dai?! Se non mi avessi dato questa preziosissima informazione come avrei potuto continuare a vivere?!

Ariel ha detto...

anche questa, infatti...
sai che rispondo io in questi casi? non è che non la posso mangiare, NON LA VOGLIO mangiare, tu mangeresti caccole di topo o pus di serpente? ecco, la stessa cosa

Sascha ha detto...

Io amo il tuo blog.

Ariel ha detto...

:-P

Annaelaneve ha detto...

Il punto è proprio questo. E' come se loro non capissero che io l'apertura mentale per parlare di una cosa che non condivido per appena due minuti ce l'ho.