domenica 29 aprile 2012

Vi domandate perché...

Molti di noi si chiedono costantemente come sia possibile che, nonostante la diffusione ormai capillare delle notizie circa il trattamento degli animali considerati cibo o cose (v. vivisezione), la gente rimanga in stragrande maggioranza indifferente e continui a vivere la propria vita senza cambiare abitudini. Magari vedi persone inorridire ma continuare a divorare esseri viventi, magari ne vedi altre continuare invece a sostenere che tutto deve andare come è sempre andato e così fanno.
Vi domanderete perché succede questo e la risposta è nella vignetta sottostante.


5 commenti:

Biancaneve ha detto...

Ricorda un po' la pillola rossa e la pillola blu di Matrix.
La prima mostra la verità della realtà, terribile, ma almeno la sua conoscenza rende possibile combatterla; la seconda solo una comoda illusione (ma tante gente preferisce restare nell'illusione, pur di non mettere in discussione le proprie abitudini).

Samantha ha detto...

Secondo me alla maggior parte della gente semplicemente non gliene frega niente! Mi sono fatta questa idea nel tempo vedendo che molti rimangono insensibili parlando dell'argomento. E' una triste realtà...

Claudio ha detto...

Propendo per la posizione di Samantha: disinteresse ed egoismo.
Disinteresse che nutre l'egoismo, egoismo che nutre il disinteresse: di fronte al panino con la mortadella che è tanto bono, ogni etica svanisce.
Le bugie rassicuranti sono funzionali: permettono di poter mangiare la porchetta in santa pace senza troppi sensi di colpa.

Ariel ha detto...

ulteriore nutrimento per la mia incipiente misantropia...

raffy77 ha detto...

Che tristezza...