domenica 10 gennaio 2010

Unghie delle mie brame

Unghie delle mie brame, chi è la più sterile del reame?
Se in gran parte delle città degli Stati Uniti è ormai possibile trovare saloni di estetica dove potete fare manicure e pedicure con prodotti totalmente biologici e naturali e molte donne hanno ormai optato per questo genere di cure estetiche, qui da noi se provate a chiedere qualcosa del genere troverete solo facce sbigottite, risatine imbarazzate e grandi BOH.
Accidenti, ma perchè mi trovo sempre a invidiare i residenti di questo paese quando ho sempre pensato che mai e poi mai ci sarei voluta vivere?! Dovrò rivedere per la terza volta Sicko allo scopo di ridimensionare le mie turpi invidie, altrimenti finirò per farmi cattivo sangue (quel genere di cattivo sangue che vorrei lasciare giustappunto, ahem, agli onnivori...)!

Ma avete presente l'insano odore di sostanze chimiche che emanano smalti e solventi e cremette che si utilizzano nei normali saloni di bellezza?! Uomini, voi non immaginate, sembra di sostare nei pressi di qualche altro polo industriale... Roba da uscire col malditesta e la nausea. Povere ragazze che ci lavorano tutto il giorno con quei prodotti.
Da qualche tempo va di moda la ricostruzione delle unghie, a prezzi che io trovo addirittura esilaranti (dai 70 euro in su), con una manutenzione da effettuare ogni due-tre settimane (se qualcuna delle mie lettrici è esperta mi corregga). Quindi operazioni per gente che ha una certa quantità di tempo da perdere, oltre che a denaro e salute, dal momento che le unghie vengono ricoperte da questi prodotti infernali (colle & co.) e non respirano come avviene normalmente. Un trattamento che consiglierei temporaneamente solo a chi - uomini e donne - abbia avuto un problema di perdita più o meno parziale delle unghie a causa di incidenti o malattie, non certo per meri motivi estetici. Per "avere le unghie sempre a posto". Ma chi se ne frega delle unghie sempre ben pittate?! Ma una limetta, un paio di forbicine, uno smaltino a casa propria, no?!

Tra le sostanze che inalate in questi bei posticini ci sono gli ftalati. Leggete un po' cosa riservano questi ftalati: problemi riproduttivi, cancro...
Non è un po' sciocco rischiare per non voler utilizzare prodotti green anche per la vostra manicure?! Mmmmm,conosco già la vostra risposta. E' un bel no. Le usassero loro, i produttori di quella robaccia.

In attesa di vedere nelle nostre città dei saloni di estetica tutti organic, procuratevi smalti e solventi meno tossici possibili comperandoli delle marche più affidabili. Io cosa uso? Al momento ho un paio di smalti (uno trasparente e uno bordeaux-violaceo molto scuro) comprati su ShopVegan. Costano poco e se acquistate anche qualche altro prodotto, tra cosmetici, shampoo, lavaviso, etc. ammortizzate la spesa. Oltretutto se andate su Stiletico troverete anche lo sconto del 10% per le lettrici del sito.
Un paio di mesi fa io vi avevo acquistato dei prodotti della PurelySkin come il lavaviso, e poi lucidalabbra, burro di cacao, matita per occhi, e perfino barrette vegan per i miei cagnoni, tutto a prezzi assolutamente introvabili qui in Italia, con spese postali minime e ammortizzate con lo sconto Stiletico. Ultimamente sto usando anche uno splendido smalto grigio per le unghie dei piedi, comprato sempre on line ma già disponibile anche in alcuni negozi italiani.
E lasciate perdere la manicure "professionale" fino a nuovo avviso...

Per altre indicazioni sulle marche migliori da acquistare, non posso che rimandarvi al blog di Raffaella, alla voce smalti in particolare.

10 commenti:

Stefania ha detto...

Interessante ShopVegan, non lo conoscevo; anche perché di cosmetici cruelty-free se ne trovano pochini qui in giro... La mia carta di credito ti maledice affettuosamente!!!

Ariel ha detto...

ma hai visto i prezzi?! l'ultimo lavaviso che avevo comprato in erboristeria l'avevo pagato intorno ai 10 euro (ed era uno dei meno costosi), guarda questo invece... ed è un tubettone che mi durerà chissà quanto
idem burro di cacao e lucidalabbra, prova ad andare da Naturasì o in erboristeria e compara i prezzi

5 euro di spese postali, neanche il prezzo della benzina per andarci e voilà!

Stefania ha detto...

Infatti; appena accumulo un po' di roba che mi serve, lo provo :)

Ariel ha detto...

quando sarà, mettici dentro il lip gloss al toffee perchè è da sballo, sa di caramella mou che te lo mangeresti... e anche il burro di cacao panna e fragola, per gli stessi motivi!

le marche le ho fatte controllare negli INCI da Raffaella di http://crueltyfreeshops.blogspot.com/
che è una vera esperta!

Giorgia ha detto...

Ariella...sei una grande! Adoro gli smalti ma la loro composizione mi ha sempre..."puzzato"! da shopvegan ho comprato gli ecotools e sono bellissimi e morbidissimi, a questo punto comprerò anche gli smalti e i lucidalabbra che adoro ma che da mineralia non avevo trovato! comunque per struccarmi io uso l'olio di karitè dei provenzali e mi trovo benissimo, lo compro al supermercato e mi sembra "etico", spero di non essermi sbagliata! capisco che l'olio non va bene per tutte le pelli...

Ariel ha detto...

ciao Giorgia!
anche io ho l'olio di karitè e di jojoba dei Provenzali, mi pare che si possano comprare tranquillamente... Li alterno con i lavaviso e a volte li metto come contorno occhi (quello di jojoba in particolare!)
gli smalti rimanevano misteriosi e quando ho trovato questi non mi è parso vero, so che li fa anche la Lepo ma non li ho ancora trovati in nessuna erboristeria!

LilithAma ha detto...

Ciao, ti ho trovata!!!
Bello, bello, bellissimo&utilissimo Blog!!

Ariel ha detto...

ciao Lilith! teniamoci in contatto e fammi sapere come va con il cucciolo d'uomo ;-)

lallabel ha detto...

ho provato io gli smalti della lepo!
sono buonissimi...!ma è difficile trovarli...e costicchiano :-(

Ariel ha detto...

snche io li ho trovati pochi giorni fa in una erboristeria, li proverò ma in confronto a quelli di ShopVegan sono più cari, quelli con circa 3 euro li prendi...
spendo più soldi di benzina per tornare a quella erboristeria che non a farmeli arrivare a casa...
mi domando perchè in italia questi prodotti sono sempre più cari!