martedì 29 maggio 2012

Gusti da zombie

Ieri su Facebook girava su alcune bacheche, e anche sulla mia, la foto di un pezzo di carne su un bancone di macelleria con una sorta di rigagnolo di pus bianco che fuoriusciva da un tumore e si leggeva sotto che è prassi normale per i macellai ripulire le carni dai tumori, sciacquando il tutto con candegina, e poi mettere in vendita il resto.
Ora, devo dire che non mi ha sconvolto più di tanto. Se mangi carni in putrefazione, carni di animali trucidati, non puoi essere tanto delicatino, ti puoi aspettare di tutto. Non che tendini, ossa, nervi siano elementi molto più poetici. Invece il tumore ha suscitato estremo disgusto, soprattutto naturalmente negli onnivori.

Anzi, il post è stato tacciato di terrorismo psicologico. Come se informare fosse da equiparare a qualcosa di non vero che viene detto apposta per metter paura. No, qui stiamo solo mostrando ciò che qualunque macellaio sa e fa e che nessuno ci racconta.

E poi, come ripeto, non facciamola tanto lunga: se aggrada mangiar cadaveri, se piace pascersi di putrescina e cadaverina a gogò, non facciamo tanto i raffinatoni, non facciamo i difficili. Che la carne sia tumorosa o no, in fondo cosa cambia? Sempre di carogna si tratta.

Soltanto, non veniteci a dire che siamo estremisti. Perchè riempirsi la bocca di mucca, di conigli, di suini per me è un atto talmente parossistico che supera ogni immaginazione. Dipende dai punti di vista.


7 commenti:

Dany ha detto...

Avevo visto anch'io, girare quella foto. disgustosa direi, ma almeno quanto può essere disgustosa la visione di un animale che si dissangua o un coniglio aperto a metà...o...basta non voglio contiuare.
ma per gli onnivori, quello non è la normalità... loro sono certi che sia "un caso", non capita sempre...beh, sempre forse no...ma...molto spesso.....

ha detto...

parole sante! la vera schifezza è mangiar cadaveri.. il resto conta poco!

un saluto :)

Anonimo ha detto...

L'ho visto anch'io sulla bacheca di un'amica di facebook, che ovviamente è stata accusata di postare immagini disgustose e violente.Qualcosa non quadra.Ha solo postato una foto di quello che vi mangiate,onnivori!Non di quello che mangiamo noi.Io non ho nessun problema a vedere foto di fragole squartate e zucchine affettate :)

Complimenti per il blog, davvero ben fatto.Un abbraccio.

Ariel ha detto...

ciao anonimo, grazie :-)

io trovo inguardabili le trasmissioni tv dove cucinano conigli,ad esempio, ma non solo, mi viene da vomitare, non riesco a sostenerne la visione...

eppure, fanno grande audience

poi, mostri le cose per come sono, da tutti i punti di vista, e tutti diventano anime pure e delicate

curioso fenomeno

Renata ha detto...

Ormai una delle mie risposte preferite quando a tavola gli onnivori mi scassano le p. con quello che mangio e' "Anziche' guardare nel mio piatto faresti meglio a guardare nel tuo..(dal momento che ivi giace un pezzo di carogna cotta)"..beh, nella maggior parte dei casi potessero mi tirerebbero dietro un'acquasantiera.
Non so se capita anche a voi, ma nel momento che dite le cose semplicemente per cio' che sono si alza un putiferio..la scena classica e' in stile "don Abbondio quando fa saltare il matrimonio a Renzo e Lucia"..
E poi mi accusano di avere le visioni.
Sta a vedere che non posso piu' chiamare il tuo panino al salame "panino al maiale appeso a testa in giu', sgozzato e lasciato morire dissanguato"

Ariel ha detto...

perfettamente in linea con Renata

non puoi dire cadavere o carogna senza suscitare scalpore, ma perchè, di che si tratta invece?
oppure, quando arriva odore di "grigliata" e miei conoscenti fanno moto di aver l'acquolina in bocca e mi dicono Certo a te questo odore non fa venire fame?!
e io rispondo No, per carità, mi ricorda le cremazioni a cui ho assistito in India, lo stesso identico odore

anche lì, potete immaginare...

Renata ha detto...

@Ariel:

L'altro giorno sapessi cosa non mi e' uscito davanti alla Bismarck di un'amica di mia madre la quale stava cercando di usare il pretesto delle proteine nobili per ciucciarsi quel disgusto e di fare sentire me una disadattata.

E' che ormai ci sto prendendo gusto.. sta diventando una specie di arte.

(La prossima volta diro' anche "E se sapeste di che cosa odora veramente la vostra grigliata... ;) )